Diciamo "NO!" all'abbandono degli animali

Nonostante quest'anno la bella stagione tardi ad arrivare, il fenomeno dell'abbandono degli animali domestici è sempre presente.

 

Si stima che ogni anno siano circa 100.000 i cani e i gatti che, per varie ragioni, sono lasciati a se stessi, condannati a morte quasi certa.

Fortunatamente, negli ultimi tempi, questo tema è stato al centro di numerose iniziative: sono state inaugurate diverse spiagge per cani e sono sempre di più i gestori di strutture alberghiere che accettano gli animali.

E' ormai diventato più semplice partire con il proprio amico a quattro zampe, anche grazie alle pensioni per gli animali, veri e propri «asili» che si occupano di Fido quando i padroni sono fuori città.

Ci appelliamo alla sensibilità e coscienza dei padroni, per far sì che questo fenomeno cessi di verificarsi, poiché un animale domestico diventa parte integrante della famiglia nel momento in cui entra in casa; ci tiene compagnia a dicembre come ad agosto; ci dimostra tutta la sua felicità quando torniamo a casa, magari dopo un'intera giornata fuori, dimenticando di esser stato lasciato solo tante ore.

Quando progettiamo le vacanze, non dobbiamo scordarci dei nostri amici: condividere con loro i momenti di relax renderanno ancora più piacevoli i nostri ricordi!

Rammentando che l'abbandono degli animali è reato, punibile con la reclusione, indichiamo di seguito i numeri utili da chiamare nel caso venga avvistato un animale abbandonato:

- Polizia di Stato: 113

- Arma dei Carabinieri - Sezione avvistamento animali in pericolo: 800 253 608 

- Corpo Forestale dello Stato: 1515

- Vigili del Fuoco: 115

- Team Antiabbandono: 334 105 10 30

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo