"Vista su strada": un progetto per la sicurezza stradale

E’ partito il progetto: “VISTA SU STRADA” attuato dall’associazione “Consumatori per l’Europa” in collaborazione con la Regione Lazio – Area Reti Infrastrutturali.

Per la gestione delle attività è stata messa in essere una serie di iniziative in materia di promozione della sicurezza stradale, atte a facilitare l’indirizzo degli utenti e consumatori verso maggiori attenzioni al pericolo derivante dalla crescente e spesso caotica circolazione stradale.

In tale ottica è stata elaborata una guida illustrativa che, con più punti e con parole semplici, aiuta il consumatore nella conoscenza della materia, incluso ovviamente di codice della strada, da molti spesso disatteso, fornendo ai cittadini un servizio informativo ed una consulenza qualificata.

Sono state attivate lezioni ed incontri presso sedi territoriali di associazioni sportive e del tempo libero di Turisport Europe, Progetto Italia e Centri anziani, nonché di altri punti di aggregazione sociale ove in gruppo il dibattito favorisce una migliore comprensione delle criticità di settore, nonché l’identificazione di aree, nell’ambito della Sicurezza Stradale, che necessitano di interventi legislativi, istitutivi o modificativi, conformemente alle esigenze dovute e ai mutamenti socio-economici.

Le attività si incentreranno su tre azioni principali: Call Center (sportelli di consulenza ed informazione telefonica), campagna promozionale con incontri conoscitivi e la costituzione di un Osservatorio permanente che curerà la raccolta e la elaborazione dei dati.

Un progetto che data la rilevanza sociale l’Ente intende attuare in fase successiva su tutto il territorio nazionale.

Per tutte le informazioni rivolgersi allo “Sportello d’ascolto” sito in Roma – via Bausani 60 – tel. 06.61905186 – 333.3238419.

"OCCHIO AL DATO!" Regione Lazio e associazioni di consumatori insieme per prevenire il furto d'identità e tutelare i diritti dei consumatori

OCCHIO AL DATO è l’iniziativa realizzata grazie ai fondi ricevuti dalla Regione Lazio nell’ambito del Programma annuale delle attività riservate ai Consumatori e realizzata da A.E.C.I. Lazio, Consumatori per l’Europa e Contribuenti.it per tutelare i nostri dati personali sul rischio di vederli utilizzati senza nostra autorizzazione o consapevolezza, sugli strumenti a disposizione per risolvere problematiche piccole e grandi e per prevenire le situazioni a rischio che portano al furto d’identità. Il Progetto si propone di raggiungere in maniera trasversale tutti i consumatori, con particolare attenzione alle categorie più esposte come giovani o anziani.

Viviamo nella cosiddetta “società globalizzata dell’informazione”. Questo significa che la maggior parte di noi vive 24 ore su 24 connesso con i conoscenti, familiari, amici, colleghi attraverso il web. Che la maggior parte di noi, navigando e utilizzando i molti servizi messi a disposizione dalla rete e non, effettua durante la giornata decine e decine di log-in, inserisce numerosi PIN o password, utilizza call centre per risolvere piccole e grandi problematiche, comunicando ogni volta i propri dati identificativi. È sempre più frequente conservare i nostri dati e documenti attraverso il cloud-computing. A queste modalità bisogna, poi, aggiungere quelle comunicate de visu a operatori, commessi, dipendenti di aziende. E quelle carpite o sottratte in maniera fraudolenta attraverso i furti, il rovistare nei rifiuti o nella posta.

Sempre più frequenti diventano i reati di phishing (tentativo di carpire informazioni personali attraverso le mail) e nella sua moderna variante vishing che combina i termini voice e phishing, (finalizzato a carpire i dati attraverso le comunicazioni telefoniche), spamming(invio massivo di messaggi pubblicitari indesiderati), pharming (re-indirizzamento criminoso da siti ritenuti affidabili a siti truffaldini per carpire dati personali), skimming(manomissione degli sportelli per la distribuzione di denaro per estorcere dati e prelevare soldi): tutte facce di uno stesso poliedro. Tutti illeciti che sono ricompresi nel più vasto settore del FURTO D’IDENTITA’.

Le tre Associazioni coinvolte realizzeranno un Progetto che in maniera concreta interverrà per informare su modalità e rischi del FURTO D’IDENTITA’ e per risolvere eventuali problematiche.

Grazie al Progetto, consulenti ed esperti - che da anni lavorano attivamente per difendere e tutelare i diritti dei Consumatori – si muoveranno su diversi livelli e con diversi strumenti puntando a sanare eventuali gap nel mondo individuale del CITTADINO-CONSUMATORE o nell’ambito del MERCATO. Ecco alcune tra le problematiche più frequentemente riscontrate:

  • CITTADINO-CONSUMATORE: il consumatore italiano medio spesso risulta essere estremamente fragile ed esposto a rischi: frettoloso nel sottoscrivere i contratti, poco attento a tutte le clausole contrattuali, soggetto a truffe e frodi creditizie. Oppure può comunicare lui stesso dati sensibili e privati sia telefonicamente, sia nelle vendite porta a porta. A questo quadro dobbiamo aggiungere la scarsa informazione ed educazione alla conservazione e protezione dei dati sensibili e privati.
  • MERCATO: la sovra-esposizione imposta da Aziende, Società, Banche, anche lo stesso supermercato sotto casa o il distributore di carburante con la richiesta di dati per raccolta punti, regali, buoni sconto, ecc., la massiva richiesta ai consumatori di dati per indagini di mercato, valutazioni economiche e proposte di vendita, problematiche e carenze nei sistemi di controllo dei sistemi informatici che non tengono dietro alla continua evoluzione di hacker e truffatori.

Nell’ambito del Progetto OCCHIO AL DATOsono previsti anche:

  • Informazioni e assistenza diretta (presso tutti gli sportelli delle sedi territoriali di A.E.C.I. Lazio, Consumatori per l’Europa e Contribuenti.it), telefonica e telematica (chat on line);
  • Sito web (www.occhioaldato.it),al momento in costruzione, che veicolerà tutte le informazioni e la comunicazione relative al Progetto e conterrà anche 2 Test per verificare il grado di conoscenza e consapevolezza degli utenti;
  • Chat on line:attiva sul sito dedicato che permetterà un confronto a due tra il consumatore e l’esperto, garantendo una risposta in tempo reale alle problematiche e la riservatezza necessaria soprattutto per problematiche delicate;
  • Social Utility:informazioni veicolate attraverso i Social Network più diffusi (Facebook, Twitter, Plus) per raggiungere la fascia digitalmente avanzata che usa costantemente o spesso il PC ed è più esposto alla comunicazione di dati personali e al furto di questi.
  • Interventi per risoluzione stragiudiziale controversie: attraverso sistemi di risoluzione alternativa (ricorsi ABF – Arbitro Bancario Finanziario e Consob, mediazioni, ecc.);
  • Vademecum “OCCHIO AL DATO – Come prevenire il furto d’identità”: consultabile presso tutti gli sportelli delle Associazioni coinvolte e scaricabile in e-book dai siti dedicati.

Per informazioni Sportello d'ascolto: Via A. Bausani 60 - 00166 Roma - 3333238419

Consumatori per l'Europa denuncia l'irregolarità, di appalti e servizi, nel XIII Municipio

Con la determinazione Dirigenziale n. 250 del 14 febbraio 2014 – Prot. n. 15209, il Municipio Roma XIII°, a seguito improvvise e calamitose condizioni meteorologiche del 30 gennaio 2014,  ha affidato i lavori di ripristino del manto stradale presso alcune arterie viabili del quartiere Aurelio ed in particolare via Calcagnini, via E. Bondi, via Galassi

Considerato che il lavoro è stato effettuato non nei modi più consoni,  mediante asfaltatura della sola zona centrale delle strade in oggetto, determinando da subito ulteriori fratture fra il nuovo e vecchio asfalto e, a seguito alcune proteste dei cittadini del quartiere, “Consumatori per l’Europa” ha ritenuto necessario avviare  istanza di   segnalazione alla Procura della Repubblica di Roma, denunciando che tali lavori sono stati effettuati con affidamento diretto e che la prassi adottata non risponde ai requisiti previsti dalla normativa vigente.

L’affidamento è stato effettuato in modo irrituale e contrario alle leggi che regolano lo specifico settore  favorendo patrimonialmente  un soggetto estraneo alla Pubblica Amministrazione, si potrebbe quindi ipotizzare una violazione dell’art. 323 del c.p.

 

Si sono riscontrate  incongruenze in base all’Art. 125 n. 5, come da ultime modifiche del “codice degli appalti pubblici” (d. lgs. 163/2006) che recita: “I lavori assunti in amministrazione diretta non possono comportare una spesa complessiva superiore a 50.000 euro”.

Sempre in tema di codice degli appalti, all’Art. 40  n. 1, si legge: “I soggetti esecutori di lavori pubblici devono essere qualificati e improntare la loro attività ai principi di qualità, della professionalità e della correttezza”.

Ministero dello Sviluppo Economico, Regione Lazio e associazioni di tutela dei consumatori insieme per tutelare il risparmio e prevenire il sovraindebitamento

 
CONTRIBUENTI.IT

DIREZIONE REGIONALE LAZIO

 



SOSRISPARMIO.eu è l’iniziativa promossa con i fondi attribuiti alla Regione Lazio dal DM Sviluppo Economico del 28/05/2010 nell’ambito del Programma Regione Lazio per il Cittadino Consumatore III e realizzata da A.E.C.I. Lazio, Consumatori per l’Europa e Contribuenti.it per avere un quadro chiaro sul mondo del risparmio e sugli strumenti a disposizione per risolvere problematiche piccole e grandi e prevenire le situazioni a rischio sovra-indebitamento.

Le tre Associazioni coinvolte hanno sentito l’esigenza di realizzare un progetto che in maniera concreta potesse venire incontro all’esigenza del consumatore che si ritrova a gestire problematiche complicate e, a volte, insormontabili: rifiuto di concessione mutui, illecita iscrizione alla banche dati dei “cattivi pagatori”, pagamento di tassi usurai su mutui e finanziamenti, attivazione innumerevoli carte revolving, difficoltà a pagare i propri debiti, prelievi illeciti su bancomat/carte di credito che la banca/posta non restituisce.

Il Progetto, muovendosi su diversi livelli e con diversi strumenti, punta a raggiungere nevralgici risultati:

Ø TUTELARE I DIRITTI nel settore bancario e finanziario con particolare riguardo ai servizi di pagamento (contanti, carte di debito, carte di credito, mutui, finanziamenti, ecc..);

Ø TUTELARE IL RISPARMIO: assistenza qualificata per risolvere fastidiose problematiche:prelievi non autorizzati, frodi attraverso la rete (fishing, skimming, cracking, ecc.), illecita iscrizione ai SIC (Sistemi Informazione Creditizia) e cancellazione banche dati negative, applicazione tassi di interesse usurai o tassi anatocistici, abuso di carte revolving, sovra-indebitamento, Tutela della Privacy, analisi e verifica situazioni di sovra-indebitamento;

Ø RISOLVERE LE PROBLEMATICHE fuori dai Tribunali, attraverso soprattutto gli strumenti di risoluzione stragiudiziale delle controversie;

Ø EDUCARE AL RISPARMIO: educazione e alfabetizzazione finanziaria per una più consapevole gestione del risparmio e dei prodotti bancari e finanziari;

Ø PREVENIRE I RISCHI DEL SOVRA-INDEBITAMENTO.

Nell’ambito del Progetto SOSRISPARMIO.eu sono previsti anche:

- Informazioni e assistenza diretta (presso tutti gli sportelli delle sedi territoriali di A.E.C.I. Lazio, Consumatori per l’Europa e Contribuenti.it), telefonica e telematica (chat on line);

- Attività di assistenza psicologica, sostegno e tutoraggio degli utenti e famiglie vittime reali o potenziali del sovra-indebitamento: disponibile, previo appuntamento, presso lo Sportello dedicato SOS RISPARMIO (tel. 06 45 10 914 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.);

- Sito web (www.sosrisparmio.eu), al momento in costruzione, che veicolerà tutte le informazioni e la comunicazione relative al Progetto e conterrà anche 2 Test per verificare il grado di conoscenza e consapevolezza degli utenti;

- Chat on line: attiva sul sito dedicato che permetterà un confronto a due tra il consumatore e l’esperto, garantendo una risposta in tempo reale alle problematiche e la riservatezza necessaria soprattutto per problematiche delicate;

- Interventi per risoluzione stragiudiziale controversie: attraverso sistemi di risoluzione alternativa (ricorsi ABF – Arbitro Bancario Finanziario e Consob, mediazioni, ecc.);

- Verifica tassi usurai e anatocistici da parte dei Consulenti ed Esperti delle Associazioni attivi da anni nel settore bancario/finanziario;

- Vademecum “SOS Risparmio -Guida pratica del Risparmiatore”: consultabile presso tutti gli sportelli delle Associazioni coinvolte e scaricabile in versione e-book dai siti dedicati.

Novità assoluta: è messo a disposizione dell’utente uno Psicologo con il quale il consumatore potrà sia confrontarsi, sia inquadrare e capire il comportamento e il processo decisionale che porta il cittadino alla sottoscrizione di molteplici contratti di finanziamento, anticamera del sovra-indebitamento.

Danni provocati dall'alluvione? Ecco un semplice prontuario per l'ottenimento di contributi da parte di istituzioni e non solo!

Come già scritto in Nubifragio: come agire se avete subito danni ci saremmo impegnati quanto prima nel fornire informazioni chiare e precise per ottenere un seppur parziale risarcimento dei danni derivanti dagli eventi alluvionali avvenuti nelle precedenti settimane.

Roma Capitale ha finalmente pubblicato un avviso per la concessione di contributi urgenti ai nuclei familiari colpiti. Requisiti, moduli ed altre info potranno essere consultate sul sito del Comune, semplicemente cliccando qui. C'è da precisare che l'importo, per famiglia, è limitato ad un massimo di 1700 € , e che tali somme saranno offerte sino ad esaurimento, stante l'esiguità dei fondi messi a disposizione ( 1.500.000 € ).

Da non sottovalutare, sebbene al pari delle risorse del comune appaiono altrettanto insufficienti, sono i contributi che la Camera di Commercio ha disposto a favore delle imprese danneggiate. Sicuramente da contestare saranno i termini, per la presentazione delle domande (scadenza 27 febbraio) e le somme erogate, in quanto non potranno essere superiori a 5000 €, e comunque non superanti il 50% delle spese preventivate e certificate su base di giustificativo di spesa. Per ulteriori info cliccate qui.